Novamont: Green economy a Terni

Venerdì 12 Maggio la classe 4° B si è recata presso lo stabilimento dell’azienda Novamont, importante realtà a livello nazionale e internazionale nel settore delle bioplastiche e biochemicals.

L’azienda si fonda su un modello di economia basato sulla riconversione di siti industriali dismessi creando bioraffinerie al fine di generare prodotti a basso impatto ambientale; lo stesso sito ternano è stato costruito sulle ceneri della Basel, un’industria ormai estinta che operava nel settore chimico.

La visita ci ha permesso di visionare tutti i locali dove si svolge la catena produttiva; a causa del rumore prodotto dalla lavorazione, le guide hanno utilizzato radioline per comunicare con i visitatori.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il materiale più innovativo frutto del processo produttivo di quest’azienda è il MATER-BI, composto da bioplastiche biodegradabili e compostabili sviluppate dopo decenni di ricerche per conciliare la qualità del prodotto con un basso impatto ambientale. È interessante ricordare che con questo materiale sono state realizzate alcune delle stoviglie usate nel padiglione Italia di Expo 2015. La produzione del MATER-BI è stata decisamente incrementata negli ultimi anni grazie ad accordi stipulati con importanti aziende quali Coop e Lavazza.

 

Questa visita ci ha permesso di osservare da vicino un’azienda che, applicando la Green Economy, tiene conto del rispetto dell’ambiente e crea sul nostro territorio posti di lavoro.

 

Simone Scorsoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *